Ragazza sale delle scale in legno

Minimalismo mediterraneo d’ispirazione giapponese. Nel cuore del centro di Palermo, a pochi passi dallo storico mercato della Vucciria e da piazza San Domenico, nasce Pantò – Rooftop Boutique Rooms , ultimo progetto firmato dallo studio siciliano PuccioCollodoro Architetti.

Una struttura ricettiva, che nonostante le dimensioni ridotte, per le sue rifiniture curate in ogni dettaglio ambisce ad un posizionamento a cinque stelle. Collocata all’ultimo piano di un edificio storico recentemente ristrutturato, grazie alla suggestiva terrazza ad angolo, gode di una spettacolare vista su tutta la città. Viene realizzata secondo dettami minimalisti, caratteristici della cultura giapponese, unitamente all’accostamento tra materiali tipici dell’area mediterranea.

Gli architetti hanno sviluppato una composizione spaziale che esaltasse le altezza interne ricavando soppalchi e doppie altezze, e giocando sapientemente con tagli di luce naturale provenienti dalle finestre collocate sulla copertura a falde inclinate, in modo da esaltare la veridicità materica.

Corridoio con armadi in legno lungo le pareti e una finestra sul fondo

Corridoio con armadi in legno lungo le pareti

Le tre mini suites di cui è composto Pantò – Rooftop Boutique Rooms , sono caratterizzate da dettagli singolari e accostamenti materici sapientemente combinati, dove l’essenza del rovere naturale, la venatura del marmo billiemi e l’effetto vellutato della resina, vengono esaltate dalla luce naturale, esplicitando una comune chiave di lettura presente in tutti gli ambienti, compresi quelli delle zone di servizio comuni.

Sono quattro gli ambienti principali che caratterizzano la struttura, distribuiti su due livelli: le tre camere da letto, la zona comune e la terrazza, fulcro dell’intero progetto. La zona ingresso è caratterizzata dalla pavimentazione in resina, le pareti sono rivestite da una boiserie in rovere naturale da una parte, e marmo billiemi dall’altra. Ogni camera risulta essere unica nella sua specie, anche se gli elementi comuni sono facilmente decifrabili. La junior suite offre una suggestiva doppia altezza, con una scala interna perfettamente integrata al mobile tv, che nella parte terminale diventa parapetto per il soppalco, dove una grande finestre collocata nella falda, inonda di luce tutto l’ambiente.

Camera da letto con lenzuola gialle

La junior suite, camera principale, si differenzia dalle altre per la sua doppia altezza, in cui la scala che porta al soppalco diventa protagonista con il suo gioco di elementi sospesi, contrasi di materiali ed allineamenti geometrici. Le finestre velux a tetto inondano di luce naturale l’ambiente.

La camera deluxe invece, si fa notare per la sobrietà della zona letto, caratterizzata da una testata in rovere naturale che da continuità alla pavimentazione in parquet, che si contrappone al volume del bagno, caratterizzato invece da due grandi vetrate in vetro fumè sull’ingresso e sulla doccia, che danno quindi continuità visiva ai due ambienti. Il lavabo monolitico di marmo realizzato artigianalmente su misura si poggia su una lunga mensola sospesa, conferendo un’ingannevole effetto leggerezza in contrapposizione all’effettivo peso specifico dell’elemento.

Infine la camera standard, nonostante le rifiniture ed i materiali siano gli stessi degli altri ambiente, mantiene l’atmosfera dell’originario immobile storico, con il suo tetto a falda inclinata, le dimensioni contenute e le piccole finestre da cui si può godere della suggestiva vista dei tetti dimore storiche attraverso i quali si scorge il mare ed il porto antico.

Terrazza con poltroncine e un tavolo da esterno

Attraversando la zona d’ingresso si accede al piano superiore mediante una scala interamente rivestita in rovere naturale, che porta alla zona cucina caratterizzata da una grande isola centrale. Al termine del percorso, come elemento di fulcro di tutto l’immobile, si arriva alla “Rooftop terrace” da cui è possibile ammirare il suggestivo panorama sul centro storico della città.