La città più bella del mondo, quella che tutti sognano di visitare almeno una volta nella vita. Il progetto Pieces of Venice nasce a Venezia, un luogo magico che da sempre ha ispirato artisti e architetti.

Oggi sono alcuni nomi importanti del design italiano a sviluppare, assieme ai tre soci Luciano Marson, Karin Friebel e Luca Cerchier, una collezione di oggetti con materiali di riuso: il rovere di briccola, il larice di passerelle e pontili dismessi per donare a tutti la possibilità di avere un pezzettino di Venezia tra le mani.

Foto dei tre soci di Piece of Venice

I soci di Pieces od Venice (da sinistra): Luciano Marson, Karin Friebel e Luca Cerchier

È impossibile non amare Venezia, anche se non la si è mai visitata, perché è uno di quei luoghi di una bellezza così potente ed una cultura talmente cosmopolita che ognuno si sente parte di essa.

Ed è per questo che i problemi che affliggono questa città diventano questioni a cui tutto il mondo partecipa con empatia: il turismo di massa, le grandi navi, il moto ondoso, l’acqua alta.

Due porta pillole in legno poggiati su una scalinata

Sinistra: Portapillole: San Marco 4598 design Carlo Cumini 2017 | Destra: Portapillole: San Polo 2012 design PoV Design Team 2017

 

UN PEZZO DI VENEZIA DI DESIGN

Salvare Venezia un pezzo alla volta è il motto con cui Pieces of Venice ha scelto di affrontare la sfida della creazione di nuovi souvenir, un ricordo, quasi un simulacro perché in questi oggetti c’è la materia su cui Venezia è costruita: il legno!

L’avventura ha inizio da una richiesta a Luciano Marson, imprenditore con 3 Compassi d’Oro alle spalle e designer, per la creazione di elementi di arredo utilizzando il legno di riuso delle briccole della laguna veneziana.

Briccola sul mare della laguna di Venezia

La briccola (in veneziano bricoła) è una struttura nautica utilizzata per indicare le vie d’acqua nella laguna di Venezia.

Ma Luciano rifiuta, considerando la proposta un ennesimo esercizio di stile che non lo interessa: il suo rapporto con Venezia è più profondo e lo spinge a cercare di realizzare un progetto capace di contribuire realmente alla ricchezza del territorio.

 

PIÚ CHE UN PROGETTO UN SOGNO DA REALIZZARE

Nasce così nel 2017 Pieces of Venice, una Benefit Company che affida la produzione degli oggetti alla Cooperativa Sociale Futura di San Vito al Tagliamento.

Anello di legno legato con una corda

Altalena: Dorsoduro 3136 design Baldessari e Baldessari 2017

Marson progetta il primo oggetto, Elica: Dorsoduro 2, frutto del ricordo di un gioco da bambino che Luciano realizzava con lo stecco del gelato quando d’estate andava in vacanza in colonia. Un esempio di autoproduzione che diventa memoria, un oggetto da trasmettere che racconta una storia. I materiali utilizzati oggi sono il larice di pontile e il rovere di briccola.

Luciano Marson con in mano l'oggetto Elica

Luciano Marson è uno dei tre soci di Pieces of Venice assieme a Karin Friebel e Luca Cerchier.

A questo primo progetto segue una collezione che vede la partecipazione di alcuni importanti designer italiani che hanno sposato il progetto: Paolo e Michela Baldessari, Mariapia Bellis, Patrizia Bertolini, Carlo Cumini, Giulio Iacchetti, Lorenzo Palmeri, Matteo Ragni, Marco Zito.

Gli oggetti della collezione Pieces of Venice variano dai più iconici, come il Vaporetto e il Taxi disegnati da Marco Zito, ad quelli di utilità quotidiana come il Portapillole di Carlo Cumini e il Bastone da passeggio disegnato da Giulio Iacchetti. C’è la Macchinina disegnata da Matteo Ragni, il Ventaglio di Lorenzo Palmieri e l’Altalena di Baldessarri e Baldessarri.

 

E poi gli ‘Oggetti da Compagnia’, un progetto di Mariapia Bellis che traduce i 6 sestieri in cui Venezia è divisa e l’isola della Giudecca in 4 Suoni e 3 Visioni per ricordare i rumori ed i silenzi, i riflessi e le luci di cui la città si anima.

Packaging aperto degli Oggetti da Compagnia

Oggetti da Compagnia: 4 Suoni & 3 Visioni design Mariapia Belliss 2017

Una curiosità: ogni oggetto, come ogni creazione di Pieces of Venice è associato ad un luogo di Venezia così da condividere un percorso di scoperta attraverso punti insoliti della città.

 

LUOGHI DELLA CULTURA COME PARTNER IDEALI

In poco più di un anno gli oggetti di Pieces of Venice sono in vendita in alcuni dei luoghi più belli d’Italia visitati ogni giorno da quel turismo che sceglie la qualità e la cultura del viaggio: a Venezia presso i bookshop dei Musei Civici di Venezia, La Biennale di Venezia, Punta della Dogana, nella bellissima corte interna del Fondaco dei Tedeschi, a Udine da Robe di Casa, a Verona presso Galleria a due passi dall’Arena, a Firenze da Bottega Strozzi.

Bancarella Fondaco a Venezia

Gli oggetti di design Pieces of Venice al Fondaco dei Tedeschi, Venezia.

Inoltre, il progetto è stato presentato alla Triennale di Milano nel 2018 ed era presente all’edizione 2019 della Milano Design Week.

Siamo in attesa di novità che i tre soci ancora non possono svelare ma pare che in autunno ci saranno delle belle sorprese…

Nel frattempo tutti gli oggetti di design sono in vendita nell’e-commerce www.piecesofvenice.it e presso i rivenditori che trovate nel sito web.